I beni culturali di interesse religioso. Principio di collaborazione e pluralità di ordinamenti E-libro


I beni culturali di interesse religioso. Principio di collaborazione e pluralità di ordinamenti - Erminia Camassa pdf epub

PREZZO: GRATUITO

INFORMAZIONE

LINGUAGGIO: ITALIANO
STORIA: 29/11/2013
SCRITTRICE/SCRITTORE: Erminia Camassa
ISBN: 9788834878187
FORMATO: PDF EPUB MOBI TXT
DIMENSIONE DEL FILE: 11,29

SPIEGAZIONE:

...er la salvaguardia, la valorizzazione e il godimento dei "beni culturali d'interesse religioso appartenenti ad enti e istituzioni ecclesiastiche" ... I beni culturali di interesse religioso. Principio di ... ... . Prefazione di Giuseppe Dalla Torre. - Parte prima. I beni culturali d'interesse religioso in italia e nell'ordinamento canonico: il percorso ver- so una cultura della collaborazione. - Introduzione. - I. I beni culturali ecclesiastici nell'ordinamento canonico: fonti codiciali, extra codicem e ibride. - II. Scarica il libro di I beni culturali di interesse religioso. Principio di collaborazione e pluralità di ordinamenti su kassir.travel! Qu ... I beni culturali di interesse religioso. Principio di ... ... . - II. Scarica il libro di I beni culturali di interesse religioso. Principio di collaborazione e pluralità di ordinamenti su kassir.travel! Qui ci sono libri migliori di Erminia Camassa. E molto altro ancora. Scarica I beni culturali di interesse religioso. Principio di collaborazione e pluralità di ordinamenti PDF è ora così facile! Beni culturali di interesse religioso 1. Per i beni culturali di interesse religioso appartenenti ad enti ed istituzioni della Chiesa cattolica o di altre confessioni religiose, il Ministero e, per quanto di competenza, le regioni provvedono, relativamente alle esigenze di culto, d'accordo con le rispettive autorità. 2. ERMINIA CAMASSA, I beni culturali di interesse religioso. Principio di collaborazione e pluralità di ordinamenti, Torino, 2013. PAOLO CAVANA, Il problema degli edifici di culto dismessi, in Stato, Chiese e pluralismo confessionale, Rivista telematica, www.statoechiese.it, aprile 2009 La tesi ha carattere interdisciplinare toccando argomenti di diritto costituzionale, amministrativo, ecclesiastico e canonico, oltre a contenere brevi riferimenti di diritto comunitario e di diritto dell'economia, elaborati sotto il tema trasversale dei «Beni culturali di interesse religioso». Nel primo capitolo viene descritta la regolamentazione dei beni culturali nell'ordinamento ... 7 M. Parisi, Diritto pattizio e beni culturali di interesse religioso, Napoli, 2017. 8 Cfr. E. Camassa, I beni culturali di interesse religioso. Principio di collaborazione e pluralità di ordinamenti, Torino, 2013, p. 9; V. Tozzi, La tutela dell'interesse religioso nella disciplina dei beni culturali, in AA.VV., Diritto civile e religioni, 121/1985) stabilisce il principio della collaborazione tra la repubblica e la Santa Sede per la tutela del patrimonio storico-artistico (art. 12, comma 1), ribadendo il principio costituzionale della separazione degli "ordini" dello Stato e della Chiesa; prevede che le parti concordino "opportune disposizioni per la salvaguardia, la valorizzazione e il godimento dei beni culturali di interesse ... beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'art. 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137. INTESA TRA IL MINISTRO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI E IL PRESIDENTE DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA RELATIVA ALLA TUTELA DEI BENI CULTURALI DI INTERESSE RELIGIOSO APPARTENENTI A ENTI E ISTITUZIONI ECCLESIASTICHE. Roma, 26 gennaio 2005 Art. 9 Beni culturali di interesse religioso. 1. Per i beni culturali di interesse religioso appartenenti ad enti ed istituzioni della Chiesa cattolica o di altre confessioni religiose, il Ministero e, per quanto di competenza, le regioni provvedono, relativamente alle esigenze di culto, d'accordo con le rispettive autorit. 2. E. Camassa, I beni culturali di interesse religioso: principio di collaborazione e pluralità di ordinamenti, Giappichelli, Torino 2013 F. Choay,...